La paura del sisma

Categories Articoli vari

La storia dell’uomo è iniziata probabilmente con la paura insieme alla necessità di averne ragione e le manifestazioni di qualunque natura hanno rappresentato da subito una condizione terrorizzante perché invalicabile.

I sistemi mentali e cerebrali sollecitati in questa circostanza sono gli stessi della preistoria, così come sono uguali le condizioni di totale impotenza che l’uomo vive di fronte all’ignoto dovuto a forze estremamente maggiori alle sue.

Questa è la condizione mentale vissuta in ogni evento naturale che per la sua stessa condizione, porta a risultati ignoti. La suggestione terribile e inquietante della terra che trema e che smuove le costruzioni umane, da l’esatta dimensione della enorme sproporzione tra le possibilità dell’uomo e quelle del pianeta che lo ospita. Ora, nel condurre l’esistenza, dimentichiamo la proporzione delle forze in gioco nell’universo e i nostri poteri sembrano ben maggiori alla realtà. Ecco, questa proporzione tra uomo e natura torna evidente nel momento in cui essa si manifesta senza che se ne possano arginare gli effetti. È così che l’uomo torna cosciente della propria precarietà di fronte ad ogni disastro naturale.

 

L’evento naturale e tanto inatteso potente quanto terribile punto. Esso ricalca e amplifica la fragilità umana rispetto al proprio destino

Loris Pinzani è autore di narrativa oltre che di saggistica clinica; coautore in trattati a carattere sociologico; è consulente psicologo per reti televisive, dove conduce rubriche di psicologia. Consulente nazionale in ambito psicologico del COPII, unisce all'attività di psicologo una intensa ricerca in materia terapeutica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentti protetti da WP-SpamShield Anti-Spam